RISORSE AMBIENTALI - ENVIRONMENTAL RESOURCES
27/03/2014
RISORSE AMBIENTALI - ENVIRONMENTAL RESOURCES

Il territorio di Badesi si caratterizza per la presenza di percorsi naturalistici e risorse ambientali, che conferiscono all’intera zona un panorama di grande impatto, con una suggestiva alternanza di specchi d’acqua, dune di sabbia e vegetazione mediterranea.
 
La Sarra, il Parco Comunale
 
 La Sarra, il Parco Comunale, è un’area montana di rara bellezza. La cima più alta, la Punta Bianca, misura 618,5 m. ed è compresa tra due creste rocciose, con pendenze a tratti accentuate. Il sito ha un’estensione di 87 ha e comprende le località chiamate Littu camposu e Li zulziddi.
L’area, completamente disabitata, è interessata da piante endemiche e a macchia mediterranea. Sino ai 200 -300 m. di quota si ritrova la tipica vegetazione a macchia mediterranea, come l’ulivo e il lentisco; a quote superiori ai 600 m. si ritrova il leccio, gli arbusti della famiglia delle oleacee, il corbezzolo, l’erica, il mirto, il cisto marino (o cisto di Montpellier) e la lavanda selvatica. Su alcuni punti rocciosi vegeta quasi esclusivamente l’euforbia arborea, pianta solitamente impiegata come indicatore sullo stato biologico dell’area. Sulle aree sommitali prevalgono specie come la ginestra di Corsica, l’elicriso, il timo greco. Tra le specie endemiche, infine, il giglio stellato e molte piante orchidacee. Nella stagione invernale, le cime del parco comunale si ricoprono di neve, e donano al paesaggio montano un aspetto molto suggestivo.
 
L’area SIC - Sito di Importanza Comunitaria “Foci del Coghinas”
 
Nel territorio di Badesi è compreso il Sito di Importanza Comunitaria (SIC) “Foci del Coghinas”, area protetta con presenza di flora e fauna di grande valenza ambientale. L’area naturalistica si estende lungo la costa Nord Occidentale della Sardegna ed è compresa tra Valledoria e Trinità d’Agultu, per una lunghezza di 13 km. L’area è contraddistinta dalla presenza di particolari specie di fauna e di flora, tipiche della zona. Tra le specie volatili che frequentano l’area ritroviamo il germano reale, il mestolone, la moretta, il fischione, i gabbiani e gli aironi. La fauna ittica annovera invece le carpe, le tinche, le anguille, i muggini e le testuggini. Fanno parte infine delle specie floristiche, i giunchi, i tamerici, i larici, i ginepri e i salici.
Il percorso naturalistico è aperto al pubblico, ed è strutturato per consentire ai visitatori un facile accesso. Lungo il tracciato infatti, è allestita un’apposita cartellonistica che li guida verso specifici itinerari, con l’indicazione dei percorsi e delle varie specie che abitano l’area. Allo stesso modo, sono stati disposti punti di sosta in cui è possibile rilassarsi su delle panchine.
L’area SIC è stata riconosciuta dalla Società Botanica Italiana (SBI) come area di importanza conservazionistica per la presenza di flora di rilevante interesse. Un positivo riconoscimento è stato attribuito anche dall’Associazione Internazionale Bird Life International, che individua come IBA (Important Birds Area) 169 tratti di costa compresi tra la Foce del Coghinas e il sito di Capo Testa, presso Santa Teresa Gallura, ove sono presenti numerose specie di avifauna.

ENVIRONMENTAL RESOURCES

The countryside around Badesi is characterized by numerous nature trails and a wealth of environmental resources, which give the whole area a striking landscape, with a fantastic mixture of lakes, sand dunes and vegetation.

La Sarra, the Nature Reserve    

La Sarra, a Nature Reserve, is a mountainous area of rare beauty. The highest peak is the Punta Bianca, 618.5 metres high which lies between two rocky ridges, surrounded by occasionally steep slopes. The site covers an area of 87 hectares and includes Littu camposu and Li zulziddi . The area is completely uninhabited and is home to endemic plants and maquis, and up to a height of 200 -300 m it is covered by typical Mediterranean plants such as olive and mastic; at altitudes above 600 m there are oak trees, shrubs belonging to the Oleaceae family, arbutus , heather , myrtle, cistus and wild lavender. On some rocky outcrops the euphorbia plant can be found, which is an indicator of the biological health of the area. On the summit areas species such as Corsican broom, helichrysum and Greek thyme predominate. Among the endemic species , finally, there is the starburst lily and many varieties of orchids. In winter, the peaks of the reserve are covered with snow, and create a striking mountain landscape.

 The SIC area – Site of Community Interest “Foci del Coghinas”  

The Badesi area includes the " Foci del Coghinas " Site of Community Importance (SCI), a protected area due to the presence of flora and fauna of great environmental value. This area stretches for a length of 13 km along the north-western coast of Sardinia between Valledoria and Trinità Agultu. The area is characterized by the presence of particular species of fauna and flora , typical of the area. Among the species of birds that frequent the area there are the mallard, shoveler, tufted duck, widgeon, gulls and herons. Instead the fish life includes carp, tench, eels  mullet and tortoises. Finally, the floral species include rushes, the tamarisk trees, larches, junipers and willows. The nature trail is open to the public, and has been structured to allow visitors easy access. Along the way in fact, special signs have been set up that guide visitors to specific routes, indicating the locations of the various species that inhabit the area. Similarly, there are stopping points where you can sit down and relax on specially provided benches. The SCI has been recognized by the Italian Botanical Society (SBI) as an area of conservation importance due to the presence of flora of great interest. A positive recognition was also given by the International Bird Life  Association, which identifies 169 parts of the coast as IBA (Important Bird Areas) between the mouth of the Coghinas and the site at Capo Testa, near Santa Teresa di Gallura where there are numerous species of birdlife.